Condizioni Generali di Vendita

1 – CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti Condizioni di vendita disciplinano il contratto di acquisto tra la “Societa Toscana di Orticultura” – di seguito denominata “Venditrice” ed il cliente in ordine all’acquisto dei prodotti pubblicati sul sito www.pianteitaliane.it. Il cliente, con la conferma per via telematica del RIEPILOGO ORDINE, dichiara di conoscere e di accettare incondizionatamente le Condizioni Generali di Vendita e di adempiere a tutti gli obblighi in esse previsti nei confronti della Venditrice. Per questo motivo, il Cliente, ha l’obbligo di prenderne attenta visione provvedendo alla loro stampa e conservazione, secondo a quantoprevisto dagli art. 50 e seguenti del D.Lgs. 206/05. La Venditrice si ritiene autorizzata a modificare o integrare in qualsiasi momento tali condizioni generali di vendita, anche in considerazione di eventuali modifiche normative, senza per questo doverne dare preventiva comunicazione. Tali modifiche saranno vincolanti per i clienti solo dal momento in cui le stesse saranno pubblicate sul sito www.pianteitaliane.it, e non avranno efficacia retroattiva.

2 – ORDINI – Al momento che la Venditrice verrà in possesso dell’ordine trasmesso dal cliente provvederà ad inviare, tramite e-mail, il RIEPILOGO DELL’ORDINE, dove saranno precisate tutte le notizie ad esso inerenti.
Eventuali costi aggiuntivi delle spese di trasporto che dovessero essere determinate da non sufficienti notizie, sono a completo carico del cliente.
La Venditrice non potrà dar corso agli ordini di prodotti che al momento dell’ordine non fossero più disponibili. In questo caso non verrà dato seguito all’ordine stesso e verranno comunicati i motivi, tramite e-mail.
In questo caso il contratto di acquisto non sarà concluso per cui, la Venditrice, provvederà a restituire al cliente gli importi che saranno venuti in suo possesso in riferimento al contratto di acquisto non perfezionato.
Non viene riconosciuto nessun diritto del Cliente alla richiesta di risarcimento danni nonchè a qualsiasi responsabilità per danni diretti o indiretti a persone o cose provocati dalla mancata accettazione di un ordine, anche parziale.

3 – PREZZI – Il prezzo riportato su ogni prodotto si intende IVA inclusa.
Per i clienti residenti nei Paesi CEE che sono in possesso di Partita IVA Internazionale, il prezzo di vendita sarà decurtato dell’aliquota IVA Italiana in vigore alla data dell’ordine.

Per i clienti residenti nei Paesi Extra CEE il prezzo di vendita pubblicato è da considerarsi IVA esclusa.

4 – FINITURE –
I colori e l’aspetto del prodotto riportato sul sito sono indicativi poiché non è tecnicamente possibile assicurare la fedeltà assoluta ai colori originali. Questo non costituisce motivo di contestazione del prodotto.

5 – PAGAMENTO
Il pagamento della merce ordinata può essere effettuato nelle seguenti modalità:

a) al momento dell’ordine, con carte di credito e PayPal, il sistema di pagamento online più sicuro. L’addebito sulla carta di credito avviene contestualmente alla conclusione della transazione online. In caso di mancata accettazione dell’ordine, la Venditrice provvederà al rimborso tramite storno dell’importo dal circuito interbancario della carta di credito.

6 – RITIRO – Dopo la conferma dell’ordine da parte della “Venditrice”, l’ordine potrà essere ritirato secondo istruzioni di orario e luogo presenti nell’email.

7 – CONSEGNA DELLA MERCE – CONTROLLO –
Al momento della consegna della merce, il Cliente è tenuto a verificare:
– che il numero dei prodotti consegnati corrispondano a quanto indicato nel documento di ordine. ATTENZIONE: se il cliente accetta la merce non potrà in seguito reclamare eventuali ammanchi in quanto la sottoscrizione costituisce verifica ed accettazione della conformità dell’ordine.

8 – GIACENZE –
In caso di mancata consegna, la merce rimarrà in giacenza a disposizione del cliente per un massimo di cinque giorni di calendario, dopodiché verrà ritornata al mittente. La Venditrice non si assume, per qualsiasi motivo, le eventuali spese di giacenza della merce né quelle relative al ritorno, che saranno a totale carico del cliente. A tale scopo è necessario che il cliente precisi, sul modulo dell’ORDINE D’ACQUISTO tutte le notizie richieste dalla Venditrice al fine di eliminare questo inutile aumento di costi.

9 – GARANZIA PER IL CONSUMATORE – Il consumatore è titolare dei diritti previsti dal Decreto Legislativo n. 24 del 02-02-2002. I prodotti hanno garanzia, per difetti di conformità, per due anni dalla loro consegna.
La Venditrice garantisce che il bene venduto sia conforme alle caratteristiche dichiarate e consono all’uso per cui l’oggetto deve essere utilizzato. Eventuali vizi o difetti del prodotto consegnato rispetto a quanto pattuito, devono essere denunciati dal cliente, pena di decadenza, entro 30 giorni dalla scoperta del vizio. L’azione si prescrive entro sei mesi dalla scoperta.
Il termine per la denuncia dei vizi e/o difetti del bene che risultano apparenti, decorre dal giorno della consegna dei prodotti.
La garanzia è esclusa in caso di danni attribuibili ad un anomalo utilizzo del prodotto da parte dell’acquirente o da condizioni ambientali di localizzazione del bene acquistato quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, elevato tasso di umidità del locale, surriscaldamento della stanza, temperature e condizioni atmosferiche eccezionali, inusuali ovvero da usi impropri fatti dall’acquirente come cattiva manutenzione (pulizia con prodotti o mezzi impropri) o per un utilizzo non adeguato alle caratteristiche per cui l’oggetto deve essere utilizzato.
La Venditrice non garantisce la perfetta corrispondenza dei colori riportati sul sito a quelli originali. Questo non costituisce motivo di contestazione per difetto di conformità.
Per esercitare tale diritto il cliente deve documentare, tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare a: ‘Società Toscana di Orticultura’ – Via Costa San Giorgio, 6 50100 FIRENZE (FI) nei termini sopra previsti, i difetti di conformità riscontrati, di rimettere, su nostra richiesta, via e-mail, eventuali foto digitali o se necessario, a richiesta della venditrice, provvedere addirittura alla spedizione dell’oggetto difettoso.
Questo permetterà alla Venditrice di stabilire se il difetto riscontrato è attribuibile a problemi produttivi (vizi di conformità), e in questo caso il materiale difettoso verrà riparato in via principale oppure sostituito del pezzo difettoso o, in alternativa sostituito a fronte della restituzione di quello difettoso. In caso che la Venditrice stabilisca l’uso improprio del prodotto da parte del cliente, non sarà provveduto ad effettuare nessuna sostituzione gratuita.
Dopo il ricevimento di tale comunicazione e/o documentazione, la Venditrice provvederà, entro 10 giorni lavorativi, a comunicare le sue decisioni dando l’autorizzazione, o meno, al rientro del materiale difettoso, con la eventuale spedizione, via e-mail, di un documento che dovrà essere allegato alla merce da ritornare. Il materiale dovrà essere inviato all’indirizzo che sarà comunicato.
La sostituzione, sarà effettuata entro il più breve tempo possibile. Le relative spese di trasporto per la sostituzione, sia quelle per il rientro della merce che quelle per la sostituzione, sono a carico della Venditrice.

10 – DIRITTO DI RECESSO –
La vendita on-line è soggetta al Decreto Legislativo n. 206 del 06-09-2005 art. 64/68 che prevede la possibilità, da parte del consumatore, (ossia una persona fisica che acquista la merce per scopi non riferibili alla propria attività professionale, ovvero non effettua l’acquisto indicando nel modulo d’ordine un riferimento di partita iva) di avvalersi del diritto di recesso. Tale diritto consiste nella facoltà da parte del cliente di recedere dal contratto di acquisto, restituire il bene acquistato e di chiederne il rimborso del prezzo pagato senza nessuna penalità e senza indicarne il motivo.

Per avvalersi di tale diritto è necessario:

1) inviare entro 10 giorni decorrenti da quello di consegna del materiale da parte del Corriere o Spedizioniere, una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a: ‘Società Toscana di Orticultura’ – Via Costa San Giorgio, 6 50100 FIRENZE (FI) indicando il numero di ordine, nome e quantità articoli, e coordinate bancarie per ottenere il bonifico.

2) attendere benestare tramite e-mail con la quale sarà inviato documento di rientro e il nominativo del Corriere che provvederà al ritiro della merce. Il cliente si impegna e si obbliga a restituire alla ‘Società Toscana di Orticultura’ il prodotto/i entro e non oltre dieci giorni lavorativi decorrenti dalla data del benestare emesso dalla Venditrice all’indirizzo comunicato.

3) I prodotti dovranno essere restituiti integri, non utilizzati, alterati, macchiati, bagnati o danneggiati. I prodotti devono conservare il sigillo monouso e l’interno dell’imballo, che costituisce parte integrante dei beni;
I prodotti devono essere restituiti nel loro imballo originale completo di tutte le sue parti, l’imballo deve risultare integro, non danneggiato né bagnato o comunque alterato;
I prodotti devono essere restituiti in una sola spedizione. La Venditrice si riserva il diritto di non accettare prodotti di uno stesso ordine, resi e spediti in momenti diversi;

4) Se saranno rispettate tutte le condizioni richieste, e dopo che la Venditrice avrà ricevuto il reso e controllato che tutti i requisiti sono stati rispettati, sarà inviata una mail di conferma di accettazione del reso. Il rimborso sarà effettuato nel minor tempo possibile, e comunque entro trenta giorni dalla data in cui la Venditrice è venuta a conoscenza dell’esercizio del diritto di recesso, una volta verificato che il recesso sia avvenuto nel rispetto delle condizioni sopra riportate. Non è possibile cambiare il modello del prodotto sul quale viene vantato il diritto di recesso con un altro.
Qualora non siano rispettate le modalità ed i termini per l’esercizio del diritto di recesso, come specificato in questo paragrafo 12, non potrà essere vantato il diritto al rimborso delle somme già corrisposte; tuttavia è possibile riottenere, a spese del cliente, i prodotti nello stato in cui sono stati restituiti alla Venditrice. Il rimborso delle somme, in caso di esercizio del diritto di recesso, sarà eseguito da parte della Venditrice, a favore di chi ha effettuato il pagamento.

Le spese sostenute per la restituzione dei prodotti, nessuna esclusa, sono a completo carico del cliente.

5) Non si accettano resi di merce in contrassegno.

6) La Venditrice, dopo aver controllato che siano state rispettate tutte le condizioni sopra menzionate, che lo stato del prodotto/i e dell’imballo/i sia conforme a quanto pattuito, dedotte le spese sostenute per la restituzione della merce, provvederà ad effettuare l’accredito dei prodotti al prezzo indicato in fattura, entro 30 giorni dal ricevimento della merce.
In base all’art. 5 comma 3 del summenzionato Decreto Legislativo non può essere esercitato il diritto di recesso in caso di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati.

Nota bene: tale diritto è riservato solo alle persone fisiche (consumatori), quindi non può essere esercitato dalle persone giuridiche e dalle persone fisiche che agiscono per scopi riferibili all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta e che acquistano con partita IVA.

11 – LEGGE APPLICABILE – Per quanto non espressamente pattuito saranno applicate le norme previste dalla legge Italiana e alla normativa prevista dal Codice Civile e dal D.Lgs n. 205/06 (c.d. Codice del Consumo).

12 – FORO COMPETENTE –
Ogni controversia relativa all’applicazione, esecuzione, interpretazione e violazione delle norme d’acquisto effettuate “on-line” effettuate dalla ‘Società Toscana di Orticultura’ è sottoposta alla giurisdizione italiana.
Nel caso in cui il cliente sia un “consumatore” qualsiasi controversia relativa all’interpretazione ed esecuzione delle norme d’acquisto sarà di competenza del Foro nel cui circondario ha la propria residenza il cliente “consumatore”.
Nel caso in cui il cliente sia un “non consumatore”, e cioè che acquista con partita IVA, le parti convengono espressamente che ogni controversia relativa all’interpretazione ed esecuzione delle norme d’acquisto sarà di esclusiva competenza del Foro di Firenze.